Logo

Biciclettata 2020

13 settembre 2020 - 15^ Bicicletta della Salute “Se un’unica parola dovesse descrivere questa manifestazione la definizione è, senza dubbio, semplicità. Ma quante volte ci siamo trovati davanti ad eventi costosi e fastosi, dai nomi assurdi che si rifacevano anche a neologismi inglesi “bevute gratis-special party” e così via. Invece la Biciclettata della Salute è semplicemente una Biciclettata ed in quel “semplicemente” c’è dentro un tutto. Innanzitutto è made in Italy al 100%, anzi made in Pistoia al 100%, e va tutelata, salvaguardata e protetta, perché è l’unico evento che trasversalmente coinvolge tutti, indistintamente dalle fasce d’età, dalla razza, dal sesso, dall’appartenenza politica, carnivori, vegetariani, vegani, a chi piace il blu, a chi piace il verde, a chi ascolta Baglioni eccetera, eccetera. La Biciclettata riesce a coinvolgere “il pistoiese” essere strano, sospettoso e polemico. Ma quando riesce a lasciarsi andare ecco lo spettacolo che riesce a creare, migliaia di bici con l’ingegno e la goliardia toscana che lo contraddistingue. Ecco spuntare persone vestite, non so, da funghi, da flintstones, da supereroi oppure semplicemente gente che ha voglia per una volta di stare insieme, raccogliendo migliaia di euro per associazioni presenti sul territorio e, cosa più importante, “per il territorio”. Magari piccole associazioni che non godono dell’appoggio di vip e di grandi strutture e raramente vedremo sfilare sul tappeto rosso. Negli ultimi anni la fama della Biciclettata della Salute si è estera anche nelle vicine province. Credeteci, sarebbe da far parlare tutti, far vedere tutti, perché senza dubbio ognuno lo meriterebbe. Ma il fine non era apparire come se fosse una sfilata in centro, bensì qualcosa di più grande che, senza doverlo spiegare, è stato recepito in pieno. Non importa nemmeno dire grazie alla nostra gente perché, quando le cose si fanno con il sorriso, di sicuro non c’è bisogno di tanti convenevoli. La Biciclettata rimarrà perché è una cosa da tramandare. E lo sapete perché? Perché è una cosa semplice.” La manifestazione vuole essere un momento di straordinaria aggregazione per tutta la città e un’occasione per aiutare chi è più sfortunato destinando l’intera somma raccolta dalle quote di iscrizione (ad offerta) in beneficenza. Negli anni, oltre all’A.I.A.S , oggi M.A.I.C., uno degli storici punti di riferimento cittadini per i disabili e le loro famiglie, cui venivano inizialmente devolute le somme raccolte, il sostegno è stato esteso anche ad altre importanti realtà del territorio, quali CASA DI ALICE, REPARTO DI PEDIATRIA E NEONATOLOGIA DELL’OSPEDALE SAN JACOPO, UNITALSI-Progetto AMICI DI ANDREA, DYNAMO CAMP, ASSOCIAZIONE “IL SOLE”, MO.FE.MA Onlus, ASSOCIAZIONE SPALTI Pistoia, PROGETTO CASA SICURA VIGILI DEL FUOCO Pistoia, WE LOVE ANASTASIA, A.I.S.M Pistoia, AUTISMO IN BLU, FONDAZIONE ANT e FONDAZIONE RADIOLOGICA ONCOLOGICA di Agliana ed un’offerta, ed un’offerta, in speciale deroga al Regolamento della manifestazione, è stata inviata al COMUNE DI AMATRICE (Rieti) per contribuire alle spese di ricostruzione dopo il devastante terremoto del 28 Agosto 2016. La cifra raccolta ad oggi è di euro 87.515 (INTERAMENTE VERSATI ALLE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO SOPRA MENZIONATE), senza sottrarre neanche le spese organizzative).
Joomla Template by Antonio Sasso.